• Infortunistica Verona

Se l’auto ha più di 7 anni non è rilevante per l’accertamento fiscale


Redditometro: la Commissione Tributaria Regionale di Milano detta i criteri per il calcolo del valore del mezzo; la verifica del tenore di vita del contribuente non si fa con le auto vecchie.

Se la tua auto è particolarmente vecchia molto probabilmente non verrà considerata dal fisco tra i beni che potrebbero far scattare il redditometro. Questo perché la legge prevede, per le autovetture, una riduzione percentuale a decorrere dal terzo anno successivo a quello di prima immatricolazione, sino ad un massimo del 40%. Risultato: dopo sette anni, tali beni non sono più significativi per evidenziare il tenore di vita e la capacità di spesa del contribuente. Dunque, il mezzo vecchio non rileva ai fini dei coefficienti del redditometro e del conseguente accertamento fiscale.

Lo ha chiarito la Commissione Tributaria Regionale di Milano in una sentenza della fine dello scorso anno.

La disponibilità di un’automobile con più di sette anni di vita – si legge in sentenza – non è elemento sufficiente a sorreggere un accertamento sintetico e la conseguente pretesa fiscale.

Anche se l’auto è di valore, non si può associare un reddito presunto elevato al possesso di un’autovettura, per esempio, del 2005.

Peraltro anche dopo il settimo anno la vetustà e l’obsolescenza dei veicoli non si interrompe; per cui la Commissione aggiunge che “la previsione del superamento del limite massimo sta a significare che, successivamente, tali beni non sono più significativi per evidenziare il tenore di vita e la capacità di spesa nella misura prevista dai coefficienti redditometrici”.

- See more at: http://www.infortunisticaconsulting.com


0 visualizzazioni

​​​​© 2018 by Infortunistica Consulting S.r.l. - I.CON - PIVA 01479250290

Connettiti a Noi

  • Facebook nero tondo
  • Twitter Round nero
  • Google+ rotonda nera
  • LinkedIn nero tondo
  • Instagram - Black Circle